Emozionarsi fa bene

 

peraversi

 

 
        Newsletter n° 5 - 18 Agosto 2018   
 
 

Emozionarsi fa bene alla salute, al cuore e alle relazioni

Chi sono questi bambini, che saranno gli adulti di domani o sono stati i bambini di ieri?
(Alessandra Verduci)

emozioni in gioco

Il percorso "Emozioni in Gioco" (in collaborazione fra: Studio Peraversi, Studio ConCentro e la Libreria Cuccumeo) è iniziato lo scorso Martedì 23 Aprile, con interesse e divertimento.
Vi ricordiamo che il prossimo incontro ci sarà Martedì 7 Maggio, dalle 20 alle 22. Parleremo di rabbia, paura e tristezza, cercando di capire insieme a che cosa servono.
Vi aspettiamo per emozionarci insieme!

Scarica il programma completo del percorso in formato pdf

 

Di seguito potete leggere un articolo sul tema delle emozioni scritto dalla
Dott.ssa Alessandra Verduci.

Emozionarsi fa bene alla salute, al cuore e alle relazioni

Esprimere le proprie emozioni fa sentire meno soli.

Non manifestarle - e quindi non esprimere rabbia, tristezza, paura, vergogna -  non le fa sparire, anzi, spesso e volentieri ricompaiono sottoforma di comportamenti compulsivi come ossessioni, fobie, incubi, disordini del  comportamento, malattie  fisiche o somatiche, causando sofferenza a sé stessi e spesso anche agli altri. Al contrario, emozioni chiare e nitide, ben definite ed espresse ci aiutano ad organizzare la nostra esperienza ed affrontare nel migliore dei modi il nostro stare al mondo.

Ma a chi potrebbero essere utili questi incontri?

A bambini e adulti incastrati nelle proprie emozioni.

E chi sono questi bambini, che saranno gli adulti di domani o sono stati i bambini di ieri?

I bambini che feriscono, colpiscono, mordono, schiacciano, calciano, gridano, strillano;

I bambini che hanno perso il controllo di loro stessi;

I bambini che hanno spesso scoppi impulsivi di rabbia, anche senza motivo;

I bambini che sfogano la loro rabbia soltanto attraverso aggressioni verbali o fisiche, senza essere in grado di pensare e riflettere sulle proprie emozioni;

I bambini che si cacciano spesso nei guai per aver reagito in modo impulsivo;

I bambini che sono arrabbiati perchè è più facile che sentirsi feriti o tristi;

I bambini chiusi nella propria rabbia perché qualcuno li ha abbandonati;

I bambini chiusi nella propria rabbia a causa della rivalità con un fratello o con una sorella;

I bambini che non sono in grado di regolare il proprio livello di stress

I bambini sovraeccitati e iperattivi;

I bambini talmente chiusi nella propria rabbia che le loro emozioni più gentili e affettuose vengono celate o sono del tutto assenti;

I bambini che non sono in pace con loro stessi;

I bambini prigionieri del silenzio;

I bambini che sfidano ripetutamente l’autorità;

I bambini “non mi importa”;

I bambini che non piangono più;

I bambini che feriscono gli animali;

I bambini che spaventano gli altri perché hanno soppresso la loro paura, i bambini che non riescono a fidarsi;

I bambini che appaiono insensibili ai complimenti;

I bambini che hanno smesso di cercare approvazione e amore;

I bambini che fanno fatica ad essere tristi;

I bambini che danneggiano, rompono o distruggono quello che gli altri hanno fatto o costruito;

I bambini che credono di non aver bisogno di nessuno;

I bambini che appaiono affettuosi solo quando vogliono ottenere qualcosa;

 

…ed inoltre può essere di aiuto agli adolescenti che affrontano le emozioni

 

Ingoiando i propri sentimenti insieme al cibo;

Bevendoci sopra;

Divorandole e poi vomitandole;

Guardando la televisione per non vederle;

Facendole esplodere ascoltando la musica ad altissimo volume;

Sniffandole via;

Ferendo sé stessi;

Cercando di immaginarsi separati dalle proprie emozioni, vivendo solo nei pensieri.

Bibliografia di riferimento:

Dott.ssa Alessandra Verduci 

 

Scarica l'articolo in formato pdf

condividi su Facebook 

Ultimi Articoli Inseriti:

 

- Emozionarsi fa bene (scritto dalla Dott.ssa Alessandra Verduci)

- La mente mente, il cuore no (scritto dalla Dott.ssa Alessandra Verduci)

- Il contributo del Counseling nel Post Adozione (scritto dalla Dott.ssa Alessia Simoncini) 

- Il gioco come metafora della vita (scritto dalla Dott.ssa Lisa Massei)

 

 

per cancellarti dalla newsletter » clicca qui

 
     
--
- message
 
 
Allegati
emozionarsi-fa-bene.pdf